May 23, 2018

Ieri il centro di Torino è stato teatro di una guerriglia urbana provocata, per l’ennesima volta, da una manifestazione “antifa” dei centri sociali.
Antifascisti che vogliono negare la libertà d’espressione ricorrendo alla violenza… Non notate un “lieve” controsenso??? Questi sono come gli americani che per evitare le guerre fanno le guerre.. Ma preventive s’intende, così come i bastoni degli “antifascisti” e le loro bombe carta farcite di chiodi sono bastoni e bombe democratiche, ovvio!
Noi, ci sembra chiaro ma è bene ribadirlo, siamo contro il fascismo dal momento che esistiamo: la nostra linea indipendentista è all’antitesi della grande patria e del grande popolo italiano che riteniamo (ma più che essere un’idea è un fatto oggettivo) un’invenzione costruita pure male, da uno Stato che, tra l’altro, da quando è nato ha sempre e solo fatto guerre d’aggressione ingiustificabili pure storicamente! Siamo contro un’ideologia omologatrice razzista e che non tollera il dissenso. Ma siamo anche contro al fatto che per protestare contro di essa si deva sempre mettere a repentaglio l’incolumità dei cittadini e perché no, anche dei beni che vengono devastati. Beni danneggiati che che dovrebbero essere riparati a spese degli autori che invece il più delle volte sono impuniti o, addirittura, giustificati! Se questa gente vuole combattere il fascismo, quello vero, vada in Catalunya dove la repressione è tutt’ora in atto. È facile giocare a fare il rivoluzionario qua dove il fascismo è, per fortuna, solo un ricordo….

Clashes in Turin
Foto ANSA

Comments are closed.