June 21, 2018

Ad un anno dalle ultime elezioni e dopo le promesse elettorali la macchina amministrativa ha ripreso il suo solito tran-tran. Il solito bilancio scarno che deve fare i conti con la solita spesa pubblica esorbitante.
_ Si continua a pagare la tassa rifiuti per metro quadro e non per quanto effettivamente si ricicla. Nei paesi “normali” della comunità europea con una tessera paghi quanto conferisci. Senza camion che girano per le strade, senza bidoni da posizionare in strada…
_La macchina comunale assorbe gran parte delle proprie risorse.
_ Mentre un cittadino aspetta mesi per una visita specialistica c’è ancora chi pensa ad appaltare mega ospedali.
-I comuni sono diventati enti esattori poiché lo Stato italiano restituisce solo le briciole: il comune usufruisce solo il 50% (sotto forma di servizi) delle Tasse che incassa sul territorio. Allora si appaltano ditte esterne per riscuotere su rifiuti e tasse sulla casa. Non bastano più le entrate con gli oneri di urbanizzazione, e per riscuotere si permette l’insediamento di supermercati lontani dal centro abitato strozzando il piccolo commercio.
_ Che Paese è questo dove si danno soldi a profusione alle banche mentre il piccolo commercio soffre e quando sono in sofferenza nessuno le aiuta?
_E proprio quando la spesa pubblica continua ad essere esorbitante il Comune di Santena approva una delibera di gemellaggio con Plombières. Data in cui si si pone fine allo Stato Piemontese regalando Nizza e Savoia (contro lo spirito dello Statuto e senza il parere delle Camere!)
Per adesso ( per le piccole spese di rappresentanza) spenderemo “solo” 1410 Euro. Evidentemente Santena non soffre di disoccupazione, tassazione fuori controllo, aziende che chiudono, sanità con tempi di attesa dove si muore prima di fare la visita, delitti impuniti ecc, ecc… Senò non si spiega questo festeggiamento per la ricorrenza…
_Molti hanno appreso con un po’ di diffidenza o superficialità le notizie che arrivavano dalla Catalogna che chiedeva l’INDIPENDENZA (non l’autonomia!). Oggi non servono più grandi Stati che sperperano le risorse pubbliche ma territori che le possano controllare.
_Perchè non può esserci l’ INDIPENDENZA per il PIEMONTE mentre la si accetta per Monaco, San Marino o il Liechtenstein?
_Uno STATO come il PIEMONTE (che ha fatto l’Italia e poi è stato colonizzato) deve riprendere la sua dignità per amministrarsi meglio. A cominciare dai Comuni.

Comments are closed.