December 17, 2017

Il drapò è la bandiera nazionale piemontese.

Lo stendardo dei Crociati (croce d’argento in campo rosso), accordato dal Papa all’Ordine dei Cavalieri di Malta, fu concesso alla Casa di Savoia nel 1263, la bordura azzurra deriva dalla sovrapposizione ad uno stendardo contornato di stelle e raffigurante la Vergine Maria, inalberato nel 1365 da Amedeo VI, il Conte Verde, in partenza per la Crociata alessandrina mentre il blu Savoia è ancora oggi il colore nazionale piemontese. Il lambello azzurro a tre gocce in alto è simbolo araldico aggiunto quando il Duca Amedeo VIII conferì il Principato di Piemonte al primogenito Amedeo, a Thonon il 15 agosto 1424.

Il Drapò sventolò sull’antica Torre di San Gregorio durante l’Assedio di Torino del 1706. Fu issata dai nostri soldati nel 1747 all’Assietta, dove venne respinto l’ennesimo tentativo di invasione.

Accantonato nell’Ottocento insieme a tutti i simboli del Piemonte, venne rilanciato nel 1968 in occasione della prima Festa dël Piemont, ad opera di Jaco Calleri e Tavo Burat. Dopo aver subìto una lunga opposizione ideologica, nel 1995 è stato adottato come bandiera ufficiale della Regione Piemonte. Nella sua versione più antica è anche la bandiera della Savoia, regione innaturalmente separata dal Piemonte nel 1860.

La Croce di Nostro Signore si trova sulla bandiera di molte nazioni d’Europa; uno dei legami più stretti il Drapò piemontese ce l’ha con il Dannebrog di Danimarca, anch’esso concesso a suo tempo al Priorato del paese scandinavo, e con la Città di Vienna, che lo adottò in onore al Principe Eugenio di Savoia che liberò la città dall’assedio turco nel 1683.

Il Drapò è la bandiera del popolo piemontese, la cui Festa Nazionale cade il 7 Settembre, data della liberazione della capitale Torino dall’Assedio francese del 1706.

Legge regionale 31 maggio 2004, n. 15 «Disciplina dello stemma, del gonfalone, della bandiera, del sigillo, della fascia della Regione Piemonte»

Art. 7.
(Esposizione della bandiera)2. La bandiera deve essere esposta all’esterno delle sedi della Giunta e del Consiglio regionale.
3. La bandiera viene altresì esposta:
a) all’esterno delle sedi dei consigli provinciali, di comunita’ montana, comunali e circoscrizionali;
b) all’esterno degli edifici scolastici;
c) all’esterno degli edifici sedi di seggi elettorali in occasione di votazioni per il rinnovo del Consiglio regionale;
d) ogni volta che vengono esposte le bandiere della Repubblica italiana e dell’Unione europea.
4. Nell’ambito del territorio regionale la bandiera viene esposta, insieme a quella nazionale ed europea, in occasione delle festivita’ nazionali, della festa del Piemonte e nei giorni indicati da disposizioni o autorizzazioni del Presidente del Consiglio dei Ministri.