May 23, 2018

Ormai siamo assuefatti. Assuefatti e rassegnati al degrado italiano tanto da accettare ogni mancanza da parte delle istituzioni con un’imprecazione ed un’alzata di spalle. Noi crediamo che invece sia ora di interpellare i responsabili delle mancanze chiedendo spiegazioni e pretendendo risposte.
Oggi, nello specifico, abbiamo scritto al consigliere delegato Iaria che si occupa della viabilità ed al dirigente Tizzani che ne è il responsabile per quanto riguarda la Città Metropolitana di Torino. Ad essi chiediamo di darci, forti delle loro cariche e titoli di studio, delle spiegazioni sul perché, ogni volta che si verificano delle precipitazioni, le strade si trasformano in campi minati; chi ha percorso in questi giorni la direttissima della Mandria, o un giorno qualsiasi dell’anno le provinciali delle Valli di Lanzo, sa in quali situazioni versano. Come già sviluppammo in un nostro precedente articolo sul tema, queste buche, ancor più insidiose quando colme d’acqua, posso rappresentare un potenziale danno economico per le conseguenze meccaniche riportate dai mezzi in caso d’urto, ma anche e soprattutto per l’incolumità delle persone dovuto alla perdita di controllo per l’urto o per schivarle.
Ovviamente ci diranno che non ci sono i soldi, e noi ovviamente diremo che se fossimo indipendenti i soldi ci sarebbero eccome!!!

Buche

Comments are closed.